Panorama d’Italia, un finale sul mare

ufficio stampa ab medica - giovedì 11 ottobre 2018

La carovana di Panorama d’Italia prende il volo e diventa isolana: l’ultima meta di questa edizione 2018 è tutta siciliana. La terra di Trinacria ci accoglierà con i suoi sapori, colori ospitando il calendario, come al solito ricchissimo, della live&media experience del magazine Panorama.

Lo storico Palazzo Mazzarino, sede dell'Università Telematica Pegaso, aprirà le sue porte alla tavola rotonda delle eccellenze, dall’evocativo titolo  “Palermo dà il meglio”; nella Sala Angelo Iervolino prenderanno posto ospiti di spicco tra cui: Edy Bandiera (assessore agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea, Regione Sicilia), Francesco Carapezza (Tecnozinco), Dario Cartabellotta (dirigente assessorato agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea, Regione Sicilia), Danilo Iervolino (presidente Università Telematica Pegaso), Pasquale La Ferrera (responsabile Open Meter Deployment area operativa Sud e-distribuzione).

Al dibattito parteciperà anche il Dott. Gabriele Nicolosi, Direttore del reparto di Medicina Interna presso gli Ospedali Riuniti - Villa Sofia - Cervello a Palermo. “La nostra regione – spiega il Primario – è una terra ricca di potenzialità che ha molto da dare; dobbiamo imparare a dare risalto e voce a quelle realtà eccellenti che contribuiscono concretamente a migliorare la qualità di vita dei cittadini. Mi riferisco ad esempio all’adozione di soluzioni innovative che negli ospedali come Villa Sofia hanno sostanzialmente cambiato in meglio la gestione dei malati”.

In reparti sempre più affollati, medici e infermieri hanno trovato grande aiuto e supporto nel loro quotidiano lavoro grazie al device Win@Hospital, una piattaforma di monitoraggio progettata e distribuita da WinMedical, azienda che dal 2018 è parte della famiglia ab medica. Questo strumento consente di monitorare da remoto fino a 32 degenti, controllandone periodicamente i parametri fisiologici (temperatura corporea, ossigenazione del sangue, pressione…). Il personale medico può consultare le cartelle elettroniche, costantemente aggiornate, da pc, tablet o smartphione. Tramite la piattaforma Win@Hospital è inoltre possibile impostare alert personalizzati che avvertono di repentini peggioramenti clinici così da modificare tempestivamente le cure ed i trattamenti.

Fin dalla sua prima introduzione nei reparti dell’Ospedale si sono evidenziate importanti ricadute sull’aumento della disponibilità di posti letto, la decongestione, per quanto limitata, dell’area di emergenza, la riduzione dei rischi legati alla prolungata permanenza dei pazienti in ospedale. 

I medici di oggi debbono riconoscere il profilo dei nuovi malati: si tratta sempre più spesso di pazienti fragili, affetti da patologie croniche, con multimorbidità. Proprio per rispondere alle esigenze di queste persone i modelli organizzativi tradizionali vanno ripensanti e la tecnologia ci aiuta a ridisegnare il nostro approccio terapeutico conciliando la migliore assistenza, l’alta competenza, nel rispetto di criteri di basso costo” conclude il Dott. Nicolosi.



<< TORNA