Coronavirus: ab medica adotta politiche di disinfezione nelle proprie sedi tramite il dispositivo LightStrike di Xenex

Ufficio stampa ab medica - lunedì 2 marzo 2020

ab medica, azienda leader nella produzione e nella distribuzione di tecnologie medicali, ha deciso di fronteggiare l’emergenza Coronavirus e di favorire la tutela della salute dei propri dipendenti, integrando i tradizionali sistemi di pulizia e igiene con l’impiego del sistema robotico LightStrike di Xenex.

Si tratta di una tecnologia estremamente avanzata che ab medica distribuisce su tutto il territorio nazionale e che, tramite l’utilizzo di impulsi UV-C generati da una lampada allo xeno, consente di distruggere batteri, virus, funghi e spore presenti sulle superfici, scomponendone il DNA e sanificando gli ambienti in un tempo molto ridotto.

Un’operazione di sanificazione straordinaria attraverso una tecnologia in cui da tempo crediamo fortemente - sostiene Aldo Cerruti, Presidente di ab medica – e che da tempo proponiamo agli ospedali per ridurre il problema delle infezioni ospedaliere che impatta notevolmente sul nostro sistema sanitario. Oggi più che mai – continua Cerruti – ci sentiamo di dover garantire il maggior livello di sanificazione possibile degli ambienti di lavoro anche a tutti i dipendenti del Gruppo ab medica che supportano ogni giorno gli ospedali italiani”

Questa soluzione all'avanguardia, grazie a tecnologia proprietaria e brevettata, raggiunge risultati inavvicinabili per qualsiasi sistema di pulizia e disinfezione standard. Può essere regolarmente utilizzata non solo negli ambienti ospedalieri, ma anche in tutti quegli spazi e luoghi di aggregazione (ad esempio aziende, scuole, palestre…) dove oggi diventa fondamentale limitare la propagazione del virus.

L'efficacia del sistema LightStrike di Xenex su agenti patogeni e virali è comprovata da ampia letteratura scientifica.



<< TORNA